logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Unione Montana Agordina

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Ottobre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
             

La Strategia Aree Interne

COS’E’ LA STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE?

La Programmazione 2014-2020 ha introdotto in Italia la Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) per rispondere alle sfide territoriali dell'Unione europea dando seguito al disposto dei Regolamenti europei e inserendola nell’Accordo di Partenariato presentato alla Commissione europea.

Proposta dal documento Metodi e obiettivi per un uso efficace dei fondi comunitari 2014-2020 dell’ex Ministro Fabrizio Barca (dicembre 2012) come una delle tre opzioni strategiche d'intervento, le Aree Interne:

-         ricoprono tre quinti del territorio nazionale e poco meno di un quarto della popolazione italiana;

-         rappresentano quei territori distanti dai grandi centri di agglomerazione e di servizio e con traiettorie di sviluppo instabili, ma tuttavia dotati di risorse che mancano alle aree centrali, con problemi demografici ma anche fortemente policentrica e con forte potenziale di attrazione.


COME SONO INDIVIDUATE LE AREE INTERNE?

La SNAI parte da una lettura policentrica del territorio Italiano, cioè un territorio caratterizzato da una rete di comuni o aggregazioni di comuni (centri di offerta di servizi) attorno ai quali gravitano aree caratterizzate da diversi livelli di perifericità spaziale.

La SNAI si propone di riattivare il capitale territoriale inutilizzato con il fine ultimo di rallentare, arrestare e se possibile invertire il trend demografico (in termini di numeri e di composizione per età e natalità). Questo risultato può essere raggiunto solo perseguendo due obbiettivi: il miglioramento del benessere della popolazione locale, in termini di offerta di servizi pubblici (istruzione, sanità, mobilità), e la riattivazione dei processi produttivi locali che sfruttando le ricchezze naturali, paesaggistiche, culturali inutilizzate generino aumento della domanda locale di lavoro e occupazione.

La Strategia mira a raggiungere i seguenti obiettivi:

-         l’aumento del benessere delle popolazioni locali;

-         l’aumento della domanda locale di lavoro;

-         l’aumento del grado di utilizzo del capitale territoriale;

-         la riduzione dei costi sociali della de-antropizzazione;

-         il rafforzamento dei fattori di sviluppo locale.


LE FASI DELLA SELEZIONE DELL'AREA INTERNA DELL'UNIONE MONTANA AGORDINA

Il percorso di riconoscimento quale Area Interna del territorio agordino si può riassumere nelle seguenti tappe:

  • Marzo-Agosto 2014 - Fase istruttoria di pre-selezione aree progetto da parte della Regione Veneto;
  • Settembre 2014 - Incontro tra i rappresentanti dell’area agordina ed i tecnici regionali
  • Ottobre 2014 - Verifica dei pre-requisiti associazionismo ed elaborazione di un documento sintetico di auto presentazione dell’area progetto
  • Novembre 2014 - Missione di campo del Comitato Tecnico Aree Interne 
  • Maggio 2015 - Esito dell’istruttoria ministeriale e regionale e riconoscimento dell’agordino fra le 4 aree interne selezionate in Veneto (le altre aree sono quelle dell’Unione Montana Comelico, dell’Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni e del Contratto di Foce Delta del Po


IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA D’AREA DELL’AGORDINO

L'iter per la definizione di una Strategia d’Area per l'Agordino ha inizio il 5 novembre del 2014 con l’incontro tenutosi presso l'Unione Montana Agordina con la Delegazione Tecnica per le Aree Interne coordinata dall’ex-ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca (link al materiale). Da questo primo incontro emerge tra l'altro la necessità di creare una filiera di conoscenza finalizzata allo sviluppo dell’area interessata ed attuare tutti i passaggi necessari per rispondere pienamente ai prerequisiti richiesti dalla Strategia d'Area, pensando soprattutto ai risultati che ci si aspetta di conseguire. In esito al Rapporto di Istruttoria la Regione suggerisce di “proseguire il lavoro già cominciato per l’elaborazione della strategia, concentrandosi in particolar modo su quanto suggerito dal Rapporto di Istruttoria e rafforzando l’analisi dei fabbisogni dell’area, la consapevolezza delle potenzialità e criticità e lavorando per maturare una più significativa visione condivisa di sviluppo tra gli attori locali e la leadership dell’area”. Pur non riconosciuto come area pilota, l'Agordino, alla fine del 2015, ha avviato il percorso per la prima fase di elaborazione della Strategia (Bozza di Strategia), che si può così riassumere:

a)    La consultazione online

Una parte centrale dell’attività di ascolto del territorio è rappresentata da una consultazione online, a cui hanno partecipato 60 persone, rivolta ai testimoni privilegiati individuati dall’Unione Montana Agordina e più in generale alla comunità locale. L’indagine si è svolta per mezzo di un questionario semi-strutturato, composto complessivamente da 33 domande, che è stato compilato sia attraverso un modulo Google all’indirizzo http://goo.gl/forms/i3b4Ve57Ut, sia in una versione pdf, pubblicati entrambi nell’area dedicata del sito internet dell’Unione Montana (https://goo.gl/y6y9e8) e nella pagina Facebook della Strategia (https://www.facebook.com/areeinterneagordino/?fref=ts). Il questionario di indagine è stato reso pubblico per la sua compilazione dal 6 al 31 maggio 2016.

 

b)    I focus group tematici

Le indicazioni raccolte nella fase di consultazione online sono state sviluppate ed approfondite nell’ambito di 4 focus group tematici, a cui hanno partecipato in media 20 persone in rappresentanza dei testimoni privilegiati individuati dall’Unione Montana e della comunità locale. Gli incontri si sono svolti secondo il seguente calendario:

            1)  giovedì 19 maggio 2016, ore 17.30 - focus group “Mobilità”;

            2)  mercoledì 25 maggio 2016, ore 17.30 - focus group “Servizi socio-sanitari”;

            3)  giovedì 9 giugno 2016, ore 17.30 - focus group “Istruzione”;

            4)  giovedì 16 giugno 2016, ore 17.30 – focus group “Sviluppo locale”.

 

c)    Le assemblee plenarie

Nella fase iniziale ed in quella conclusiva del percorso di elaborazione della Bozza di Strategia sono state convocate 2 assemblee plenarie, a cui sono stati invitati sia i testimoni privilegiati protagonisti nel processo di analisi del territorio e di formulazione di proposte per il suo rilancio, sia la comunità locale dell'Agordino nel suo complesso. In particolare:

  • mercoledì 30 marzo 2016, alle ore 17.00, si è svolta presso la sala convegni dell’Unione Montana un’assemblea durante la quale è stata illustrata ai partecipanti la SNAI ed è stato condiviso il percorso di lavoro per l’elaborazione della Bozza di Strategia dell'Agordino;
  • giovedì 21 luglio 2016, alle ore 18.00, si è tenuto presso la sala convegni dell’Unione Montana un incontro di presentazione e condivisione della Bozza di Strategia nella sua formulazione finale.

 

La Bozza di Strategia è stata così discussa dalla Conferenza dei Sindaci dell’Unione Montana nella seduta del 20 ottobre 2016 ed approvata dalla Giunta della stessa Unione Montana Agordina con delibera n. 37 in data 10.11.2016.

Cliccando qui è possibile scaricare il testo della Bozza di Strategia approvato

Cliccando qui è possibile scaricare il testo della Bozza di Strategia approvato - Nota metodologica

Cliccando qui è possibile scaricare le slide di sintesi della Bozza di Strategia.

 

Presentazione del piano di lavoro per il completamento della Strategia Aree Interne - 1° marzo 2018

Cliccando qui è possibile scaricare le slide della presentazione del piano di lavoro - 1 marzo 2018.

 

Il 28 marzo 2018, è stato realizzato un nuovo ciclo di focus group tematici presso l’Unione Montana Agordina per condividere con i testimoni privilegiati del territorio una versione aggiornata dei contenuti della Bozza di Strategia, tenendo conto delle osservazioni fatte al testo dal Comitato Tecnico Aree Interne nazionale.

Cliccando qui è possibile scaricare le Bozza di Strategia Aree Interne dell’Agordino - testo aggiornato in seguito alle osservazioni del CTAI - Versione aprile 2018 .

 

 

LA STRATEGIA AREE INTERNE DELL’AGORDINO SUI SOCIAL

La Strategia Aree Interne dell’Agordino si è dotata di un nuovo canale di comunicazione, dove è possibile non solo trovare informazioni sul percorso di programmazione dello sviluppo che l’Unione Montana sta svolgendo insieme al suo territorio, ma anche dare un contributo in termini di proposte e consigli sulle tematiche strategiche per l’Agordino che sono oggetto di confronto. Vi invitiamo perciò a visitare la pagina Facebook ''Strategia Aree Interne dell’Agordino'':  https://www.facebook.com/areeinterneagordino/.

  
Per avere maggiori informazioni sulla SNAI vi consigliamo i seguenti link:

http://www.agenziacoesione.gov.it/it/arint

http://community-pon.dps.gov.it/areeinterne/ 

 

 

Via IV Novembre, 2 - 32021 AGORDO - BL
C.F. 80000890253
unione.montana@agordino.bl.it PEC: um.agordina.bl@pecveneto.it (solo da altra PEC)